image_pdfimage_print

Gentilissimi Associati,

il 16 ottobre c.a. FAI Nazionale rinnoverà le cariche del Consiglio Nazionale, i Probiviri e, a seguire, il Consiglio Nazionale nominerà il Presidente.

Un appuntamento importante di rinnovi ed eventuali conferme degli Organi Statutari che governano l’Associazione.

Partecipare all’attività dell’Associazione è un compito fondamentale per dare vita alle richieste che provengono dalle aziende che rappresentiamo, dalle Istituzioni che governano il nostro settore, dalle altre Associazioni nazionali che rappresentano l’Autotrasporto.

E’ un compito apparentemente facile, spesso noioso, sempre utile se al commento fa seguito una proposta, appunto, in Consiglio.

Parlare di vita associativa significa individuare soluzioni utili o confermare provvedimenti già presenti, facendo i conti con l’esperienza vissuta nella propria azienda sforzandosi di ricercare l’interesse più ampio possibile degli altri imprenditori al fine di condividere i progetti più utili ad affrontare le difficoltà.

L’Associazione è un ambiente in cui forse risolvo il mio problema quando il problema riguarda gran parte del settore che l’Associazione rappresenta.

Questa semplificazione non vuole escludere molte attività Associative che riscontriamo nelle circolari informative ed esplicative che provengono dal Nazionale, vuole sottolineare l’importanza d’una partecipazione finalizzata ad un interesse che vada oltre la propria azienda e sia indirizzato ad un bene comune.

Un aspetto importante della Vita Associativa è l’incontro tra imprenditori che possono vivere l’esperienza dell’incontro e del conoscersi.

Purtroppo, la condizione attuale dettata dall’emergenza Covid sta negando un ruolo fondamentale della Vita Associativa che non può prescindere dall’incontro.

Se da una parte non è facile sostituire con mezzi informatici la sostanza d’una partecipazione alla Vita Associativa, dall’altra parte non può un’Associazione rinviare sine die i compiti che lo Statuto prevede e tra questi il rinnovo delle cariche.

Di conseguenza, chiamati a vivere un presente incerto, siamo chiamati ad individuare, con i limiti di cui sopra, le poche certezze che l’esperienza ci consegna: individuare uomini che nel tempo abbiano dimostrato di operare nell’interesse del settore con onestà e competenze.

FAI Veneto ha rinnovato, con questi valori, i propri Organi, confermando alcuni del precedente Direttivo Regionale ed inserendo nuovi imprenditori o proponendone di nuovi in Consiglio Nazionale: se ognuno farà la propria parte, FAI Veneto continuerà a coprire il ruolo d’importante Associazione Territoriale che il tempo ha riconosciuto.

Vi scrivo per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e contribuito alla nostra crescita, senza di Voi non esisteremmo e molto meno saremmo considerati a livello nazionale.

Desidero ringraziare coloro che sono riusciti a partecipare alle nostre assemblee, provinciali e regionale, nonostante le difficoltà ed i limiti imposti dal Covid.

La partecipazione al voto è stata importante e conferma l’affetto verso FAI Veneto.

Consapevoli della qualità della rappresentanza eletta, continueremo a lavorare esprimendo competenze, proposte adeguate all’incerto contesto che viviamo quotidianamente, affrontando insieme il nuovo che avanza per renderlo comprensibile e meno temuto.

Gli argomenti non mancheranno, i nuovi provvedimenti in attesa d’essere completati (costi di riferimento, revisioni, regolamenti e direttive europee) e la conferma di quelli già utilizzati dal nostro settore e, non ultimo, il rinnovo del CCNL.

Come sempre in prima linea, come sempre in ascolto delle imprese.

Vi abbraccio tutti, GRAZIE!

Il Presidente FAI Regionale Veneto – Gianluigi Satini

image_pdfimage_print