041935844 info@faiveneto.com
image_pdfimage_print

Vi informiamo che in data odierna MIMS e ADM hanno emanato un terzo gruppo di FAQ, sulla questione del credito di imposta del 28% per gli acquisti di gasolio effettuati dalle imprese di autotrasporto conto terzi nel primo trimestre di quest’anno.

Tra gli argomenti chiariti si segnalano quelli relativi alla registrazione del contratto di locazione del veicolo e alle note di credito. In particolare, anche tenendo conto delle nostre osservazioni, è stato affermato quanto segue:

  • Per quanto riguarda la locazione, a parziale rettifica ed integrazione di quanto affermato in precedenza, non è indispensabile la registrazione del contratto. Infatti, la FAQ n1. precisa che in alternativa “potrà essere prodotta copia della documentazione in possesso dell’impresa ed atta a dimostrare la effettiva vigenza ed efficacia del contratto di locazione nel periodo per il quale si richiede il ristoro (contratto con data certa, fatture quietanzate con indicazione del contratto e delle targhe dei veicoli noleggiati, PEC o e-mail con contratto firmato allegato,….)”. Lo stesso concetto è stato ribadito nelle FAQ 6, 9 e 25.
  • Sulle note di credito, La FAQ 15 afferma che “Nella colonna relativa all’importo a rimborso devono riportare gli effettivi costi sostenuti per il rifornimento dei veicoli euro V ed euro VI, decurtati degli sconti ad esso riferibili.” La stessa cosa viene ribadita anche nella FAQ 23, dove si legge che “La fattura alla quale la nota di credito fa riferimento deve essere inserita riportando, nel file fatture, nella colonna “importo fattura” il totale della fattura al lordo dell’IVA e nella colonna “importo a rimborso” l’importo, sempre al lordo dell’IVA, al netto della nota di credito successiva.”.

Inoltre, le restanti FAQ confermano le risposte fornite precedentemente tra cui si segnalano in particolare:

  • Le FAQ 2, 3 secondo le quali: non vi sono limiti all’utilizzo del credito di imposta per i crediti sorti nel 2022, ancorché da utilizzare nel 2023; non vi sono limiti per la compensazione dei crediti su tutte le voci dell’F24 telematico (es. imposte, contributi e assicurazioni previdenziali).
  • La FAQ 4 (ma anche la 5 ad altre), per la quale le fatture ammesse al beneficio sono quelle “che riportano al loro interno la data compresa tra 1 gennaio 2022 e 31 marzo 2022, sebbene consegnate nei giorni successivi”.
  • Le FAQ 13 e 24 confermano la possibilità di richiedere la misura anche per il gasolio consumato non solo per i gruppi frigoriferi presenti su rimorchi e semirimorchi, ma anche per le autobetoniere. L’ammissione prescinde dalla classe euro indicata sulla carta di circolazione.

Ci riserviamo di tornare sull’argomento anche alla luce dei chiarimenti che verranno forniti dall’ADM nell’open hearing riservato alle associazioni, in programma nella giornata di Venerdì 2 Settembre.

FONTE: FAI-CONFTRASPORTO

image_pdfimage_print